Il lavoretto per la Festa del papà!

19 marzo, giorno di S. Giuseppe e festa di tutti i papà, una giornata da festeggiare.

Quando eravamo piccoli c’era “il lavoretto”, cravatte e bottiglie di vino in cartoncino colorato più o meno diligentemente sagomate da punteruoli e forbici con la punta tonda. Ma non finiva qui: dietro l’immancabile poesia! E questa era anche da imparare a memoria e recitare la sera in piedi sulla sedia al mitico papà dal rientro dal lavoro. Momenti epici.

Un anno però, andava di moda la pasta di sale così le maestre decisero che era venuto il tempo di qualcosa di più personale: una cornice, ovviamente fatta di pasta di sale, con all’interno il ritratto del papà. Vere opere d’arte. Vere opere d’affetto. Ancora oggi appeso alla parete.

E ora che siamo grandi? Cravatte e bottiglie di vino…vere però!

E il ritratto? Il regalo personale? Il regalo stesso e la scelta di quello da parte nostra è il vero ritratto del papà.

Sono sempre i nostri occhi, cresciuti, a disegnarlo scegliendo intenzionalmente una bottiglia di vino rosso o un finissimo whisky, un elegante metodo classico o un brillante passito, una birra artigianale o una classica grappa, di quelle toste però. E magari anche una tavoletta di quel cioccolato che lo fa impazzire, Domori, il 100%. Giusto per poi rubargliene un angolo e condividere insieme quel momento la sera al ritorno dal lavoro.

Auguri papà, auguri nonno!

 

via E. Toti, 24/A 20020 Dairago (Mi). Telefono +39 0331 431739 Fax: +39 0331436703